Breaking News
Home / Sport / Altri sport / Sicilia in moto: consigli pratici e possibili percorsi
Sicilia in moto: consigli pratici e possibili percorsi

Sicilia in moto: consigli pratici e possibili percorsi

Spesso pensiamo alla Sicilia come la meta perfetta per un bel viaggio rilassante in estate, dove devono dominare la pigrizia e i lettini in riva al mare. Eppure l’isola in questione è molto altro, visto che ospita mille bellezze diverse, pensate per andare incontro a tutti i gusti. Persino a quelli dei motociclisti, che magari vorrebbero scoprire l’isola in sella alla propria fidata moto, senza per questo limitarsi alle spiagge siciliane. Vediamo dunque alcuni consigli utili per girare la Sicilia in motocicletta, e per scoprire quali sono le tappe più indicate per un bel tour siciliano su due ruote.

In sella: ecco alcuni suggerimenti pratici

Per prima cosa bisogna chiedersi: con quale mezzo ci sposteremo in giro per l’isola? Ci sono delle moto che ovviamente sono più adatte di altre per questo scopo. Per fare un esempio concreto possiamo citare la Yamaha MT 09 ABS, che sul sito di Dueruote viene definita “adatta a numerose situazioni, dalla guida in città all’uso turistico”. Una volta scelto il mezzo giusto per lanciarsi in questa avventura, bisogna procedere con l’organizzazione, e naturalmente ricordarsi di tutta l’importanza della dotazione di sicurezza. Ciò vuol dire procurarsi il giusto abbigliamento, anche in base alla stagione che abbiamo scelto per visitare la Sicilia. In secondo luogo, mai rinunciare al kit di primo soccorso e alla scelta corretta di un casco, che possa dirsi idoneo per un viaggio lungo e impegnativo. Nella lista delle cose da fare troviamo anche la selezione dei borsoni da viaggio, che dovrebbero avere una capacità in litri adatta ai nostri bisogni, ovviamente senza esagerare. Infine, si suggerisce di controllare sempre il corretto funzionamento della moto, prima di partire, e di non dimenticare a casa i documenti.

I possibili itinerari per un viaggio in sella

Come anticipato poco sopra, la Sicilia offre l’imbarazzo della scelta, soprattutto per chi desidera spostarsi in motocicletta. È ad esempio possibile scegliere la tratta che collega Selinunte a Chiusa Sclafani: 80 km disegnati fra costa e acropoli, quindi perfetti per chi vorrebbe coniugare le due anime più importanti della Sicilia. Poi è possibile proseguire verso Agrigento, seguendo una rotta che si dimostra preziosa anche da un punto di vista culinario. Chiaramente non mancano le alternative, come nel caso del tracciato che collega Palermo a Sciacca, o di quello che va da Enna a Ragusa. Per chi desidera immergersi nella natura, il consiglio è di scoprire in moto il Parco delle Madonie, partendo da Campofelice di Roccella, con destinazione finale Cefalù (con bagno obbligatorio, a seconda della stagione). E nel mezzo è possibile scoprire alcune delle perle più preziose della Sicilia, come Piano Battaglia ad esempio, insieme a Scillato e Petralia Sottana. Per concludere, citiamo la tratta che va da Taormina a Palermo, altro possibile percorso per chi desidera visitare Sicilia in sella.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su