Home / Politica / Comune / Coronavirus Messina: consigli, cautele e sanificazione
Coronavirus Messina: consigli, cautele e sanificazione

Coronavirus Messina: consigli, cautele e sanificazione

Due brochure, una contenente le precauzioni e l’altra un elenco dei sintomi per compiere una campagna informativa. Le regole comportamentali sono state elencate in modo molto semplice per poterle inviare anche alle scuole, altro non è che il decalogo varato dal Ministero della Salute. Quanto allo “specchietto” dei sintomi, sono elencati quelli generici, quelli gravi e le modalità di trasmissione. A spiegarlo l’assessore Calafiore.

Oltre al sindaco, a Musolino e a Calafiore, presenti anche il consigliere Sorbello, in rappresentanza del Consiglio comunale, Siracusano il Presidente di quartiere e Mangraviti.

L’assessore alla Protezione civile, Minutoli, ha detto: <<La Protezione civile comunale è in stretto contatto con la Protezione civile nazionale. Ogni giorno, alle ore 12, viene fatta una conferenza stampa dove vengono comunicati i dati relativo all’andamento degli interventi che vengono effettuati la struttura comunale di Protezione Civile è già stata preallertata e siamo in attesa di poter avere eventuali disposizioni e, quindi, le iniziative vengono concertate con l’organo centrale. Siamo pronti per qualunque evenienza e qualunque emergenza>>.

<<A chi arriva a Messina dalle aree gialle -; dice Musolinoraccomandiamo di segnalarsi, uscire il minimo possibile, non diciamo gli osservare una quarantena per 14 giorni ma quantomeno di limitare i contatti. In caso di sintomi, contattare il medico di famiglia e denunciare lo stato in cui si trovano. Verrà attivato un primo contatto telefonico per una diagnosi quanto possibile a distanza. Nel caso di Coronavirus, sarà l’azienda sanitaria locale, provinciale inviare i medici a domicilio ed eseguire un tampone che verrà analizzato e, sei risulterà positivo, partirà la quarantena e in casi estremi il ricovero. Ai cittadini chiediamo condotte di prudenza, non di panico, nei nostri comportamenti sociali>>.

De Luca: <<Ci sono pervenute delle segnalazioni riguardo ad alcune azioni speculative che sono state messe in campo da qualche farmacia, parafarmacia>>. Musolino: <<Siamo andati stamattina a fare le verifiche anche nei supermercati e abbiamo visto che qualcuno esponeva il prodotti senza il prezzo, obbligo che vale sia per le farmacie che per le parafarmacie e allora è scattata la sanzione elevata. Se dovessi riscontrarsi la recidiva, cioè ritorniamo e troviamo la stessa situazione chiudiamo l’attività>>.

<<In questi momenti, in particolare, – spiega De Luca – si rischia la chiusura dell’attività e non ci sono pianti che tengano. Se riscontrate questi comportamenti di sciacallaggio, segnalatelo che noi faremo il nostro dovere>>.

Consigliere Sorbello : <<Le mascherine per le persone più deboli, Amuchina e tutte le precauzioni basilari>>.

Musolino: <<Volevo rispondere ai sindacati che per quanto riguarda la Polizia municipale abbiamo fatto l’ordinativo per munite anche loro delle mascherine e anche dei guanti di sicurezza per trattare l’utenza>>.

Sulle scuole, De Luca: <<Si è deciso di tenere la linea che in campo nazionale è stata ribadita dal presidente del Consiglio e dal Dipartimento di Protezione Civile. Nelle regioni dove non ci sono, allo stato attuale, situazioni di emergenza come la Sicilia, le scuole devono rimanere aperte>>.

<<Noi abbiamo lavorato tutta la giornata. – comunica il sindaco – Una attività di sanificazione la vogliamo fare. Ora, domani discuteremo anche quando effettuarla ma vogliamo farla in via cautelativa. Lo voglio ribadire: non ci sono elementi che, in questo momento, possono giustificare una azione d’urgenza non avendo alcun elemento di riscontro. Però, moralmente io mi sento in difficoltà. Questo ve lo voglio dire, non solo come sindaco ma anche come genitore>>.

<<È ovvio che non può neanche passare la linea che le disinfettazioni si facciano per non espletate l’attività scolastica. Quindi, siamo pronti, sia per quanto riguarda tutte le istituzioni scolastiche cittadine di ogni ordine e grado, pubbliche e private, compresi asili nido e l’università. L’altra disposizione riguardo alla città metropolitana per quanto riguarda gli istituti superiori>>.

<<Un evento di sanificazione intendiamo farlo eventualmente tra sabato e domenica e, quindi, ci sono tutti i tempi tecnici per concordarlo con la massima serenità e nel massimo rispetto dei ruoli e delle competenze. È un intervento di prevenzione e non un intervento che scaturisce dall’aver individuato qualcosa di specifico>>.

<<Domani Minutoli, Musolino e lo dico anche alla Calafiore vedremo di prendere contatti con la Prefettura, stabilire le modalità dell’intervento perché io voglio stare il più sereno possibile e voglio trasmettere, per quanto mi compete, la serenità a tutti quanti>>.

<<Il primo weekend abbiamo deciso di destinarlo alla sanificazione di tutti gli ambienti scolastici, il prossimo weekend invece sarà destinato alla sanificazione di tutti gli ambienti municipali, comprese le partecipate, autobus e quant’altro, le sedi delle Circoscrizioni>>.

<<Tutto ciò che posso fare lo faccio. Non posso vietare il traghettamento, non posso impedire ai treni di transitare, non posso impedire alle navi da crociera di attaccare, non lo posso fare! Vorrei ma non posso. Questo lo sottolineo perché tutti quanti siamo diventati esperti e tutti quanti ovviamente diamo fiato. Una buona sanficazione è un elemento che serve a tranquillizzare tutti quanti>>.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su