Breaking News
Home / In Evidenza / “La partita della vittoria” 1° memorial in onore della piccola Sofia Todaro

“La partita della vittoria” 1° memorial in onore della piccola Sofia Todaro

Un evento, a scopo benefico, per ricordare la piccola Sofia Todaro, scomparsa prematuramente a soli 12 anni, si è svolto ai campetti di calcio di Granatari domenica pomeriggio.

L’evento, intitolato “la partita della vittoria”, è stato organizzato da Giulia Basile, socia dell’associazione Cameris (presidente Angela Rizzo) e dalla ASD Capo Peloro di Marco D’andrea.

Sponsor della manifestazione sono stati: ABC Amici dei Bimbi in Corsia, Gruppo LEM Messina, Tommaso Cannata-La Boutique del Pane via XXVI Luglio Messina, AF Selezioni di Arredamento e l’ordine dei farmacisti di Messina

Un torneo di calcetto a sette composto da otto squadre, tra cui quella dell’associazione i Fikissimi e della Nuova Peloro, che recentemente avevano donato alla bimba una nuova cameretta, ma anche quella dei fisioterapisti del CGA dell’IRCCS che hanno avuto in cura la piccola negli ultimi mesi, oltre ad un torneo di burraco di dieci tavoli da quattro giocatori.

Questi tornei sono stati lo spunto per una raccolta benefica per l’associazione ABC amici dei bimbi in corsia che userà i fondi raccolti per allestire un tendone triage dove accogliere i bambini in caso di emergenza covid-19, uno spazio pensato in funzionalità dei più piccoli in modo da poter far vivere loro al meglio un momento cosi difficile e delicato.

Al termine dei due tornei, seguiti da una foltissima partecipazione di pubblico, alla presenza dei genitori della piccola Sofia, Benedetto e Mirella e alla sorella Chiara, si è svolta la toccante premiazione.

L’organizzatrice Giulia Basile ha ricordato tra le lacrime l’eroica figura di Sofia, una bambina davvero speciale, con un’immensa forza d’animo e un amore smisurato per il prossimo e a cui aveva promesso di ritornare presto a trovarla.

Purtroppo l’emergenza sanitaria da coronavirus si è frapposta a questo nobile intento, e Sofia il 27 aprile è venuta a mancare lasciando un vuoto incolmabile in tutti quelli che l’avevano conosciuta, vuoto che questo 1° memorial pensato in suo onore e per far fronte alla mancata promessa, riesce solo in minima parte a colmare nei cuori di chi l’ha amata e conosciuta ma anche nei quelli di chi, ha scoperto la sua storia grazie a questo riuscitissimo evento.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su