Breaking News
Home / Società / Lavoro / Messina, nuove assunzioni: Atm Spa incontra i sindacati
Messina, nuove assunzioni: Atm Spa incontra i sindacati

Messina, nuove assunzioni: Atm Spa incontra i sindacati

Messina 30/09/2020 – CISL, ORSA, FAISA, UGL hanno incontrato la direzione ATM Spa. È accaduto nel pomeriggio di oggi. La riunione si è tenuta per discutere il programma di assunzione di nuovi autisti. Altri argomenti sono stati l’organizzazione del lavoro ed il rinnovo dell’accordo integrativo. Tra gli altri argomenti, la totale riorganizzazione della ZTL e la Verifica, che dovrà essere compiuta in tempi brevi.

Ad aprire i lavori il Presidente ATM, il quale ha tenuto a notificare alle sigle sindacali presenti il comunicato di denuncia di false notizie. A detta del Presidente, un tale sindacalista avrebbe comunicato dati non veritieri ai lavoratori, a fini propagandistici. Dichiarata la propria totale estraneità ai fatti, CISL, FAISA, UGL e ORSA hanno preso le distanze rispetto “a tale modo di fare sindacato, speculando sui bisogni dei lavoratori che da anni lottano per un posto di lavoro”, proseguendo, poi, a far ricadere l’attenzione sul vero motivo del vertice. Aggiornamenti sono stati, pertanto, richiesti sul percorso da percorrere per le nuove assunzioni.

Atm ha ufficialmente comunicato il nulla osta, il via immediato alle procedure concorsuali per l’assunzione di trenta lavoratori. La forma contrattuale sarà quella dell’apprendistato. Verrà anche lanciato un bando parallelo per il reclutamento, a tempo indeterminato, senza limite di età. I requisiti richiesti saranno quelli canonici: patente, periodo di guida nel TPL. “Il Bando, così come descritto dall’Azienda, concede una possibilità a tutti gli aspiranti e sgombra il campo dai ventilati sospetti di “concorso su misura.” Lo rendono noto i sindacati in discorso.

L’azienda procederà immediatamente ad una prima tranche di assunzioni. Saranno cinquanta e, per esse, non è ancora stabilito un termine. La speranza è che si possa assumere i nuovi lavoratori entro la fine del 2020 con graduatoria aperta e durata biennale, dalla quale attingere per ulteriori assunzioni compensando i previsti pensionamenti.

Quanto al contratto integrativo aziendale, è stata avviata una prima ipotesi di lavoro che verrà approfondita in successivi incontri. Nelle more, l’azienda ha esteso a tutti i dipendenti i bonus contrattuali attualmente vigenti con scadenza a fine anno. La risoluzione al problema dell’organizzazione dei turni farraginosi della quarta area si otterrà con il ricorso ad una nuova tecnologia e con l’assunzione dei nuovi autisti. Lo stesso per l’esercizio gommato.

Oggi, sono state gettate le basi per organizzare la nuova azienda con i canoni della produttività, senza compromettere i diritti e la dignità dei lavoratori“. Sono le parole di D’Amico (CISL), Sturiale (Faisa), Giallanza (Ugl) Monforte (Orsa).

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su